CorrieredelWeb.it Arredo&Design Arte&Cultura Cinema&Teatro Eco-Sostenibilità Editoria Fiere&Sagre Formazione&Lavoro Fotografia


IltuoComunicatoStampa ICTechnology Marketing&Comunicazione MilanoNotizie Mostre Musica Normativa TuttoDonna Salute Turismo




Ultime news di Musica e Discografia

Cerca nel blog

lunedì 11 dicembre 2017

Axos pubblica il primo brano del suo nuovo lavoro per Machete


Keith Moon è il brano che anticipa la pubblicazione del nuovo lavoro di Axos, Anima mea, il primo per Machete Empire Records, in uscita in digitale venerdì 15 dicembre. Sei brani nuovi che contengono un'anteprima di tutte le sfumature che può avere un anno di lavoro, quello che Axos ha svolto fianco a fianco al team Machete, in particolare al direttore artistico del progetto, Slait, coadiuvato dai collaboratori personali del rapper milanese, Pitto e Frankindeed dello studio 40 oz.

Così Axos parla dell'ispirazione di Keith Moon: "'Faccio il tempo mio come Keith Moon'. Un idolo. Un autodidatta che ha appreso dai più grandi - cosi come ho fatto io - diventando uno dei batteristi più forti che la storia abbia mai conosciuto. Da piccolo scrivevo e mia nonna mi diceva di farlo a tempo, perché avrei dato un suono diverso anche alla lettura. Già a otto anni le mie prime poesie acquisivano un ritmo. Non scrivevo per cantare. Scrivevo per colpire. Volevo essere amato per quello. Il ritmo mi ha dato tutto. Il ritmo genera la magia. Il ritmo è fondamentale nei riti". 

La produzione musicale di Keith Moon è di SIXPM e Blanco, il video è diretto da Maddalena Beretta e Paolo Novarese.





--
www.CorrieredelWeb.it

GUY ONE: EVERYTHING YOU DO, YOU DO FOR YOURSELF E' IL SINGOLO CHE ANTICIPA # 1, SUO ULTIMO ALBUM E PRIMA RELEASE INTERNAZIONALE

La pubblicazione di un album in tutto il mondo è un momento speciale per qualsiasi artista, ma quando sei un artista cresciuto nel remoto Nord del Ghana senza scuola, governando bestiame, costruendo da solo i tuoi strumenti e imparando a cantare da autodidatta, allora questa uscita internazionale, l'aver trovato un riconoscimento e un pubblico per la tua musica, acquista un valore ancor più profondo.

E' il caso di Guy One, originario della zona rurale intorno a Bolgatanga nel Ghana settentrionale, di etnia Frafra, che pubblica il suo nuovo album, e prima release internazionale, che si intitola # 1.

GUY ONE

Everything you do, you do for yourself

è il singolo che anticipa l'uscita dell'album



Lato A: Everything you do, you do for yourself
Lato B: Estre fest. Florence Adooni (non incluso nell'album)

EVERYTHING YOU DO, YOU DO FOR YOURSELF 
" If you do good, you do for yourself. If you do bad, you do for yourself. "  
(Se fai bene, lo fai per te stesso. Se fai male, lo fai per te stesso) 

Per la prima volta Guy One fa uso della lingua inglese in una canzone Frafra.


Guy One
# 1 (album)
ALBUM Release date : 26.01.2018 
( LP - CD )


La musica di Guy One non è world music. La musica di Guy One è local music.

Più semplicemente Frafra music, uno stile che trae le sue origini da una piccola zona rurale del Ghana al confine con il Burkina Faso. 

# 1 è frutto di una collaborazione "interlocale" tra Berlino e Bolgatanga, nato grazie all'iniziativa e all'intuizione di Max Weissenfeldt (già membro fondatore di The Poets Of Rhythm e Withefield Brothers, che ha dato un contribuito importante a Locked Down, l'album di Dr. John vincitore di ben tre Grammy nel 2012, e a Ultraviolence di Lana Del Rey, entrambi prodotti da Dan Auerbach dei Black Keys, che è un super-fan di Weissenfeldt) musicista, produttore e A&R dell'etichetta Philophon Records da lui stesso creata.

L'album si apre con il brusio di Bolgatanga in sottofondo, mentre nella seconda traccia veniamo catapultati da Bongo Road direttamente sul palco del festival di Roskilde (con una registrazione live del 2015) dove in migliaia lo acclamano. Mc Messi, il presentatore di Radio Zuarungo, la radio Frafra, lo introduce con il soprannome di "Secondo Gesù". Lui non ha scelto questo nome, ma ci si è affezionato. 

Partendo da qui il disco irrompe nella vita, ed è come se una porta si aprisse verso un mondo musicale sconosciuto in precedenza… 



DAL 'FORUM DEL GIORNALISMO MUSICALE' UNA ASSOCIAZIONE DI GIORNALISTI E CRITICI DEL SETTORE

DAL 'FORUM DEL GIORNALISMO MUSICALE' UNA ASSOCIAZIONE DI GIORNALISTI E CRITICI DEL SETTORE

IL 23 DICEMBRE A ROMA L'INIZIO DEI LAVORI NELL'AMBITO DI "MEILLENNIALS" (DAL 21 AL 23 DICEMBRE)

Un'associazione che riunisca i giornalisti e i critici musicali italiani: sarà incentrata su questo l'edizione speciale del Forum del giornalismo musicale che si terrà sabato 23 dicembre a Roma.

Il Forum, diretto da Enrico Deregibus, dopo due edizioni di successo al Mei di Faenza si sposta ora nella capitale, nell'ambito della manifestazione "MEIllennials", in programma dal 21 al 23 al Monk (in Via Giuseppe Mirri 35).

Nella mattinata del 23, alle ore 10, si svolgerà una assemblea fra tutti gli aderenti al Forum per dare il via ai lavori per la creazione appunto di una associazione di giornalisti e critici musicali, esigenza maturata durante le due edizioni di Faenza. Nell'assemblea se ne discuterà delineando le linee guida per uno statuto.

Per aderire basta inviare una semplice mail a: enrico.deregibus@gmail.com e in copia a mei@materialimusicali.it .

Non sarà però l'unico momento della tre giorni dedicato al giornalismo di settore. Venerdì 22 infatti nel tardo pomeriggio ci sarà un "Aperitivo social" con un incontro/seminario, dedicato ai giovani giornalisti ma aperto a tutti, di Fabrizio Galassi (giornalista, docente e consulente di digital marketing), dal titolo: "Giornalismo digitale: gli algoritmi aiutano a scrivere meglio?".

Il Forum del giornalismo musicale, un format unico in Italia, ha ospitato nei suoi primi due anni numerose iniziative: tavoli di lavoro, assemblee, lezioni, corsi di aggiornamento, incontri con figure professionali. Ha coinvolto sino ad oggi oltre 200 giornalisti, da quelli delle grandi testate a quelli delle webzine, sino alle radio e tv. Si tratta di una occasione unica per affrontare da molti punti di vista i temi centrali del giornalismo musicale di oggi: il rischio di estinzione, il nuovo ruolo, la carenza di spazi, l'interazione fra media diversi e molto altro.

Per info: segreteria 0546.646012 

Il Forum sarà ospitato da MEIllennials, I Premi degli Indipendenti per i Giovani. Una tre giorni del Mei indirizzata ai giovanissimi nuovi artisti della scena musicale indipendente ed emergente, con anche i Premi PIVI e PIMI a loro riservati. Durante la tre giorni si esibiranno, grazie a un contest esclusivo, le future leve musicali provenienti dai licei e dalle scuole di musica; inoltre, non mancherà la formazione, che prevede incontri, seminari e workshop.

Tra gli ospiti e i premiati Gomma, Lucio Corsi, La Notte, Daniele Coccia Paifelman, The Niro, Le Ore, Agnese Valle, Carlo Valente, Le Capre a Sonagli, Riccardo Sinigallia, Roberto Angelini, Edoardo De Angelis e Marina Rei. Ospiti dell'anteprima del 20 dicembre saranno Caracas (Stefano Saletti & Valerio Corzani) e gli Skiantos.



Redazione del CorrieredelWeb.it


domenica 10 dicembre 2017

L'americana alt-country di Tommaso Cuneo nel nuovo singolo Cordelia

L'americana alt-country di Tommaso Cuneo nel nuovo singolo Cordelia

Tommaso Cuneo, musicista e songwriter, pubblica il nuovo singolo Cordelia. Il brano dalle atmosfere pop/rock, presenta un suono e una scrittura vicina al genere americana alternative country, ispirandosi proprio ai maestri del genere come Wilco, Bob Dylan, Tom Petty, Band of Horses e altri.
Il brano, arrangiato con chitarre, basso, batteria, percussioni e organo elettrico, è stato prodotto e scritto da Tommaso Cuneo e missato da Marcello Daga. Cordelia (nome di fantasia, preso in prestito da un'opera Shakespeariana) è una ragazza che è descritta dall'autore, ma, la canzone è anche una riflessione su come gli incontri che facciamo nella vita possano farci decidere di cambiare o di farci rimanere come siamo, dunque l'incontro con l'altro ci aiuta a conoscerci meglio. Girato prima dell'estate 2017, il videoclip è opera del videomaker Lorenzo Lattanzi. 
La location principale è il Parco della Caffarella a Roma, area archeologica e naturalistica diventata parco solamente nel 2000. Il video si svolge principalmente nel parco e nella zona di Capannelle, oltre che sulla via Appia Nuova e sulla via Appia Antica. Nelle scene si alternano riprese di esterni con immagini dentro l'abitacolo di un'auto, per rendere l'atmosfera "on the road" tipica del rock.


--
www.CorrieredelWeb.it

Nitro torna su una produzione di Salmo: il video di “Buio Omega”.


Oggi esce Buio omega, il primo passo ufficiale di Nitro dopo i due anni e mezzo di successi seguiti al suo secondo album Suicidol (Sony Music), con i video dei singoli che hanno superato complessivamente 30 milioni di visualizzazioni su YouTube, con le centinaia di sold out nei vari tour, la pubblicazione di cinque inediti nell'edizione speciale di Suicidol, Post Mortem (Sony Music), i dischi d'oro certificati dalla FIMI sia per l'album sia per vari singoli ecc. ecc. 

La produzione musicale di Buio Omega è firmata da Salmo, fondatore della crew di cui Nitro fa parte, Machete. Anche grazie a questa strumentale d'autore, Nitro dopo tempo che non pubblicava nuova musica, ha scelto di rifarsi vivo con tutta la sua veemenza per scuotere gli ascoltatori del rap italiano. 

Buio Omega è stato concepito come il trailer di un film con varie sfumature che Nitro ha tutto in testa… "no comment".


La Notte di Suburra, giovedì 14 dicembre Suburra official party all'Atlantico

La Notte di Suburra, giovedì 14 dicembre Suburra official party all'Atlantico

La Grande Onda, con il supporto di Netflix e Radio Rock, presenta La Notte di Suburra - Suburra official party all'Atlantico, il party ufficiale a ingresso gratuito con concerti, DJ set e gli attori della serie, per festeggiare il successo della prima stagione.

Si parte alle ore 21.30 con il live di Daniele Coccia Paifelman, già autore, cantante e fondatore de Il Muro del Canto, con il suo primo progetto solista appena pubblicato dal titolo "Il Cielo Di Sotto". 

Con lui la band in un live coinvolgente, dove le sonorità folk rock si uniscono alla poesia tradizionale. Sul palco con lui Eric Caldironi (chitarra), Alessandro 'Fisa' Marinelli (fisarmonica), Cristina Badaracco (voce), Leonardo Angelucci (chitarra e cori), Matteo Ercolani (basso) e Tommaso Guerrieri (batteria).

Alle ore 22.30 live di Piotta, con la band al completo. Non mancheranno chitarre distorte, bassi slappati e ritmiche ruvide, dal rap al rock: questa la colonna sonora che unisce il pubblico più giovane ai supporter della prima ora. 

Durante lo show successi di massa come "La Grande Onda" o "Supercafone", ma, anche momenti più riflessivi e impegnati come "Barbara", finalista al premio Amnesty 2016 e la struggente "7 Vizi Capitale", ormai celebre sigla ufficiale di Suburra - La Serie distribuita in ben 192 paesi. La band è formata da Marco La Fratta (chitarra), Davide "Pad" Palmisano (basso), Claudio Cicchetti (batteria) e MarvelMex (cori).

Saliranno sul palco come special guest assieme a Piotta, il rapper romano Amir, Grandi Numeri dei Cor Veleno per un omaggio al compianto Primo Brown, la giovane formazione reggae Inna Cantina, Marco Conidi dall'Orchestraccia, il talento delle rime Rancore e ospiti a sorpresa. Durante la serata è atteso -poi- parte del cast, per festeggiare la prima stagione di Suburra e rendere omaggio al successo di pubblico e critica della prima serie prodotta in Italia da Netlfix. 

Parteciperanno all'evento Amnesty International che durante la serata promuoverà la maratona write4rights, raccogliendo le firme per sostenere gli appelli e Ilaria Cucchi con l'Associazione Stefano Cucchi Onlus.

DJ set aftershow a cura di Radio Rock con Tatiana Fabbrizio (Non-DJ Selecta) e Yakuza (Italian Stail), che proporranno una speciale selezione ispirata alla colonna sonora della serie e le playlist scelte appositamente in radio dagli attori del cast.

Giovedì 14 dicembre
Ore 21
Atlantico
Viale dell'Oceano Atlantico, 271/D, Roma
Ingresso Libero
Infoline 065915727


Redazione del CorrieredelWeb.it

sabato 9 dicembre 2017

Una Parola Magica vince il 60° Zecchino d'Oro

Cartella Stampa
"Una parola magica" vince il 60° Zecchino d'Oro
 
Bologna, 09 dicembre 2017 - All'indomani di una prima serata celebrativa su Ra1 che ha ottenuto il 22,2% di share con 4.679.000 spettatori, dopo l'incontro del Piccolo Coro "Mariele Ventre" con Papa Francesco e con il Presidente della Repubblica Sergio Mattarella, con 2milioni di visualizzazioni per i video delle canzoni e dei cartoni animati di questa edizione, il 60° Zecchino d'Oro è stato assegnato a "Una parola magica" (S. Rigamonti), cantata da Sara Calamelli, 9 anni, di Faenza (RA)

Al secondo e terzo posto si sono classificate rispettivamente "L'anisello Nunù"  (C. Spera), cantata da Nicole Marzaroli, 4 anni, di San Severino Marche (MC) e "Mediterraneamente"  (G. Ciabatta), cantata da Alessandro Gibilisco, 10 anni, di Ragusa.

Dopo una battaglia all'ultima nota, condotta da una strepitosa Francesca Fialdini affiancata da Gigi & Ross, l'ambito premio musicale è stato conferito da una giuria senza eguali: accanto a 20 bambini dai 8 ai 12 anni, hanno ascoltato e votato le canzoni in gara Carlo Conti, direttore artistico della trasmissione, Orietta Berti, Rocìo Muñoz Morales e l'immancabile Cristina D'Avena. Dalla giuria degli internauti invece, lo "Zecchino Social"non poteva che essere assegnato a "Sì, davvero mi piace!" (L. Saccol), cantata da Angelica Rita Lampis, 10 anni, di San Pietro in Casale (BO).

Numerosi poi gli ospiti che si sono susseguiti sul palco, a cominciare da quello che è stato il più acclamato ritorno del 60° Zecchino d'Oro, ovvero Topo Gigio, che mancava dalla trasmissione da una decina di anni. Cristina D'Avena si è esibita in due featuring tratti da "Duets", "Sailor Moon" con Chiara Galiazzo e "All'arrembaggio!" con Alessio Bernabei, mentre Sergio Sylvestre e Maria Iside Fiore hanno cantato rispettivamente "Happy Days" e "Scelgo… My choice", che ha rappresentato l'Italia all'ultimo Junior Eurovision Song Contest 2017. 

In studio anche gli attori del musical "Madagascar", i protagonisti di Maggie & Bianca -  la serie tv in onda su Rai Gulp e prodotta da Rainbow - e gli amici di "Casa Surace", che hanno regalato al pubblico di casa e del web una delle loro simpatiche clip.

Un ospite speciale anche per quanto riguarda la solidarietà, che da sempre accompagna lo Zecchino d'Oro: Chef Bruno Barbieri, in veste di testimonial di "Operazione Pane"

Barbieri – che è stato recentemente alla mensa "Padre Ernesto" dell'Antoniano di Bologna per toccare con mano i progetti dedicati alle persone in difficoltà e incontrare le 35 famiglie che ogni lunedì sera cenano presso la struttura –, si è fatto portavoce della campagna di raccolta fondi di Antoniano onlus, patrocinata da Rai Responsabilità Sociale e legata alla trasmissione televisiva, rivolta alle persone e ai nuclei familiari che vivono in povertà. 
"Operazione Pane" ha l'obiettivo di rafforzare l'esperienza avviata gli anni precedenti, supportando 16 mense francescane in Italia nell'erogazione quotidiana dei pasti e nelle successive attività di reinserimento per gli ospiti. 

Attraverso una donazione con SMS solidale al numero 45511, attivo fino all'11 dicembre, sarà possibile sostenere la rete di mense, donando un pasto a chi non ce l'ha. In chiusura di trasmissione è stata raggiunta la quota di 170.000 pasti donati.

 
  
CREDITSFoto ufficiali: Michela Zucchini
Abiti e calzature Piccolo Coro e interpreti: Mi.Mi.Sol by Imelde Bronzieri Designer
Abiti Sabrina Simoni: Siste's s.p.a.



PREMONIZIONE: IL NUOVO SINGOLO DI KIATIO




Premonizione è il nuovo singolo di KIATIO, al secolo Alex Calzolari, cantautore di Reggiolo con all’attivo due album in studio: «Mondo di notte»« (2012) e «Ossessioni e dintorni» (2015) entrambi registrati allo studio Funklab di Luzzara (RE) con la collaborazione del produttore Alberto Benati.
Il terzo EP, da cui è estratto questo singolo già in rotazione radiofonica, è tutt’ora in fase di realizzazione, ma uscirà sicuramente nel prossimo 2018 con il titolo «Spezzate Vesta Dell’Angoscia».
Definire “canzoni” quelle di KIATIO può sembrare riduttivo perché qui, si ha a che fare con la poesia, ma soprattutto con quell’approccio alla scrittura vicinissimo a Le Orme, dove la scelta delle parole, grazie allo loro carica suggestiva, convogliano immagini perfettamente incastrate in sonorità dilatate tipicamente Prog.
Come un vate del suo tempo, a suon di rock, KIATIO vuole in qualche modo confessare ciò che sente, frutto di ciò che vede intorno e di una realtà che andrebbe opacizzata con i sogni e che invece, compare in tutta la sua nuda e triste trasparenza: Danza la nube grigia, nello sguardo di chi va, E’ la Sonata grigia senza tempo e senza età. Se il sound è un rock, a certi tratti anche aggressivo, a farci librare ecco che, nella frase seguente subentra il sogno: Aria vola per l’eternità, ci accarezzerà in un sospiro di libertà; ma il sogno è fugace e la realtà ritorna più dura che mai:
Vento di soprassalto, Piove su questo vetro inverno scuro e tanto tetro: Premonizione apparizione devastazione. Ciò che KIATIO vede ha il volto della Premonizione, ma dietro questo volto, si nasconde il presente che tutti noi calpestiamo e viviamo: non c’è scampo, tanto vale disilludersi e mettersi in pace con se stessi: Desolazione e nebbia Stanno già volando via, Crude visioni ad occhi aperti, future tristi ma confuse. Se la crudezza di questa realtà, spiegata attraverso parole che sopraggiungono una dietro l’altra in un ritmo carico d’ansia, l’ultima frase, E’ già sera, si accende la bianca candela, cambia improvvisamente la ritmica e il cantato si fa magicamente armonioso: è il tempo in cui il crepuscolo nasconde tutto questo dolore, lasciando di nuovo lo spazio ai sogni, lo spazio al confine tra realtà e fantasia, l’unica difesa che ci è rimasta.

Premonizione è un viaggio onirico, al confine con il surrealismo, in una trama che si aggroviglia tra musica e immagini sbiadite, parole autentiche e talvolta crude che si frappongo a figure immaginifiche, come quella dell’unicorno nel ruscello e della strega, con un richiamo fiabesco che sembra riallacciare il filo con “Storia o Leggenda” de Le Orme. Perché il sogno non è mai stato così reale: così carico di noi e della nostra personalità la quale, nell’universo del subconscio, è capace di svelare tutta la sua più profonda verità. Insomma, se per il momento è solo una Premonizione, dato che il nuovo album di KIATIO «Spezzate Vesta Dell’Angoscia», non è ancora uscito, ma questo singolo preannuncia già un lavoro carico di originalità e di sperimentazione poetica.
Sonia Bellin

Martedi 12 dicembre 2017 Enotema Brescia presenta SULTAN OF SWING Con Maurizio Murdocca e Marco Pezzotta


Martedi 12 dicembre 2017
Enotema 
Via delle Battaglie, 69
Brescia 
presenta 
SULTAN OF SWING
Con Maurizio Murdocca e Marco Pezzotta




Durante la serata si alterneranno  ballate  pop melodiche  a classici del rock e spazia dai  Rolling Stones ai Greenday passando per David Bowie e Dire Straits. Inoltre, grazie alla presenza delle percussioni e in particolare dei Tabla, il duo si concede qualche improvvisazioni su ritmiche Funky.
Marco Pezzotta, studia inizialmente chitarra moderna  con i maestri Fabio La Rosa e  Alfredo Cancellieri e successivamente chitarra classica. Consegue la “Licenza di Solfeggio” presso il Conservatorio “L. Marenzio” di Brescia sostiene gli esami di strumento presso il conservatorio “Vecchi-Tonelli” di Modena. 
Perfeziona gli studi classici con il Maestro Giulio Tampalini. 
Si esibisce alla chitarra elettrica, a partire da metà anni  ’90, con varie band pop e rock fra le quali “Dual Band”, “Beijaflor” e “Isaia & l’orchestra di Radio Clochard”.
Ha collaborato con le attrici Gabriella Tanfoglio, Valentina Pescara, Irene Lonati e dal 2014 collabora con la compagnia teatrale “Linkastro”  accompagnando con la chitarra classica le letture dell’attrice Deborah Prati nello spettacolo “Preludi dal cuore”.
Membro dell’associazione “Diffusione Arte” insieme a Isaia Mori, Antonio D’Alessandro e Andrea Casarotto, è organizzatore della manifestazione “1000 Chitarre in piazza”.
Attualmente insegna chitarra classica presso la scuola “Giovanni Paolo Maggini” di Brescia.
Maurizio Murdocca è un percussionista esperto suonatore di Tabla Indiane. Suona i Tabla dal 1998 con il famoso Maestro Shanka Chatterji di Calcutta seguendo i Workshop in Italia. Successivamente incontrò il maestro P.V. Nandasiri rappresentante della tradizione del Delhi Gharana, uno stile classico del nord dell’India, diventando uno dei principali rappresentanti di questo strumento in Italia. 
Attualmente prosegue lo studio dei Tabla a Varanasi in India con il maestro Rajaneesh Tiwari, discepolo del riconosciuto Maestro di Tabla Pandit Choote Lal Mishra.
Maurizio collabora in diversi progetti di musica classica, semiclassica e devozionale indiana, inoltre suona con gruppi di musica etnica, latina e spazia tra compositori italiani ed internazionali. L‘intento è quello di diffondere, attraverso l’incantesimo dei ritmi indiani, l’arte musicale, spirituale e letteraria della cultura indiana.
Inizio concerto ore 21.00
Ingresso libero
Per informazioni 
333 139 7601

Martedi 12 dicembre 2017 a La Movida NPU NO PROHIBITION UNIT ROBERTO “ZIZZI” ZANETTI 4ET

Martedi 12 dicembre 2017
La Movida 
Steakhouse, Live Music & Restaurant
Via Giuseppe Mazzini, 59 Rezzato (BS)
presenta 
in collaborazione con 
Jazz Team Brescia
dalle 21.30 
NPU
NO PROHIBITION UNIT
 ROBERTO “ZIZZI” ZANETTI 4ET

NPU_No Prohibition Unit è il nuovo album del Roberto “Zizzi” Zanetti 4tet. Un’escursione nelle atmosfere jazz dei ruggenti anni ’20 americani per commemorare i grandi artisti che, in quel periodo, furono in grado di sfidare gravi problemi socio-economici in nome della musica. È proprio a loro che l’autore Roberto Zanetti dedica questo album:  non nella superba – e impossibile – pretesa di riprodurre il fascino degli “anni ruggenti”, ma nell’ammirato tentativo di instillare qualche goccia di quello spirito in una composizione contemporanea.  Collaborano al progetto, al fianco del leader Roberto “Zizzi” Zanetti (pianoforte), Valerio Pontrandolfo (sax), Luca Pisani (contrabbasso) e Massimo Chiarella (batteria)

Roberto Zanetti
Il suo percorso professionale è connotato dalla costruttiva coesistenza delle culture classica e jazz, dalle quali scaturisce ora una contrastante corrispondenza ed ora una pacifica discordanza. Si diploma infatti in Musica Corale e Direzione di Coro e si appassiona presto al background musicale afroamericano, che approfondisce con un assiduo studio delle sonorità jazz presso la Scuola Civica di Milano e diversi corsi specializzati in Italia e all’estero. Oltre che performer e compositore, Roberto è un appassionato insegnante dedito al trasferimento della memoria storica a giovani musicisti.  

Valerio Pontrandolfo
Originario di Potenza e Bolognese di adozione, muove i primi passi sotto la guida dei Maestri Piero Odirici e Carlo Atti; deve però la sua passione per il jazz all’incontro col chitarrista Emanuele Basentini. Dopo il diploma in Musica Jazz conseguito presso il conservatorio Martini di Bologna, studia privatamente con Steve Grossman e George Coleman. Ha all’attivo diversi album e svolge oggi la sua attività concertistica in vari club, teatri e rassegne. Sul palco collabora con musicisti di fama internazionale quali Harold Mabern Jr, Alvin Queen, Bobby Durham, John Webber e Tom Kirkpatrick.

Luca Pisani
Inizia il suo cammino musicale venti anni fa, dove studia solfeggio e basso elettrico con il chitarrista Claudio Olimpio. Ha sviluppato la sua solida conoscenza dell’armonia, l’intimità con il repertorio jazz e una forte simbiosi con il contrabbasso frequentando assiduamente i seminari di Barry Harris e studiando con musicisti del calibro di Rufus Reid, Buster Williams, Tardo Hammer e Frans Elsen. L’incontaminato amore per la tradizione e l’instancabile ricerca di perfezionamento lo hanno reso un raffinato ed stimato musicista, la cui collaborazione è richiesta a livello internazionale.

Massimo Chiarella
Muove i primi passi sostanzialmente da autodidatta, e ciò non lo ostacola affatto nel diventare uno dei batteristi più talentuosi e sorprendenti del panorama jazz italiano. Approfondisce la conoscenza della musica e del suo strumento attraverso l’ascolto attendo dei grandi maestri del jazz. Ha all’attivo numerose collaborazioni concertistiche e discografiche con musicisti italiani e stranieri: fra gli altri, menzioniamo Pietro e Marcello Tonolo, Massimo Urbani
possibilità di cena a la carte o menu speciali Band 
info e  prenotazioni
030 27 92 572
Follow us:
Facebook:https://www.facebook.com/lamovidabrescia/
Instagram: https://www.instagram.com/lamovida_brescia/

Sabato 16 Dicembre ROCK TARGATO ITALIA con Chiara Giacobbe Cheap Wine e Graziano Romani presso Auditorium A. Toscanini Chiari (BS)

L'ASSOCIAZIONE ADMR (Amici per la Diffusione della Musica Rock - Chiari (BS) )
con il patrocinio del Comune di Chiari
conclude una grande annata con un evento speciale !!!
Sabato 16 Dicembre
ROCK TARGATO ITALIA







con
Chiara Giacobbe 
Cheap Wine
e
Graziano Romani
presso
Auditorium A. Toscanini
Chiari (BS) Via Roccafranca n. 7
inizio live ore 20.30
Chiara Giacobbe ha studiato violino al conservatorio (sarà anche questo il motivo delle influenze classiche che si scorgono nelle sue canzoni?) e tanti anni di jam sessions hanno nutrito e fatto crescere il suo amore per l’improvvisazione; ma Chiara - nata musicista - è cresciuta con i dischi dei cantautori italiani e di artisti d’oltremanica e d’oltreoceano come Bob Dylan, The Beatles, Talking Heads, Johnny Cash, Sarah Vaughan (ci fermiamo a questi esempi perché l’elenco sarebbe lunghissimo!) da qui è scaturita l’esigenza di iniziare anche a cantare e indirizzare il suo talento per la composizione verso la scrittura di canzoni originali (alla sua scrittura, questo lo scoprirete ascoltando le tracce dell’album, contribuiscono anche la passione e l’amore per i libri, la natura e gli animali). 
https://www.facebook.com/ChiaraGiacobbeChamberFolkBand/
I Cheap Wine sono attivi dal 1997 e vantano la più lunga ed intensa storia di autoproduzione mai realizzata in Italia nell’ambito della musica rock. Nove album alle spalle, gratificati dai grandi consensi del pubblico e della critica specializzata, centinaia di concerti in Italia e all’estero, tante canzoni trasmesse da numerose emittenti radiofoniche in Europa e negli Stati Uniti hanno reso inossidabile la reputazione dei Cheap Wine, da molti considerati la più grande rock’n’roll band italiana. Ed è proprio la dimensione live il punto di forza dei Cheap Wine, che sul palco riescono ad esprimere appieno tutta la potenza del loro sound chitarristico, capace di sintetizzare, attraverso una lettura del tutto personale, 50 anni di musica rock. Energia allo stato puro, unita ad una padronanza tecnica straordinaria: un concerto dei Cheap Wine è sempre qualcosa di imperdibile.
https://www.facebook.com/cheapwine.net/
Emiliano di Casalgrande, che vanta più di 30 anni di carriera. Cantautore la cui voce forte e personale è stata spesso definita tra le più belle del panorama rock e soul Italiano.
I suoi inizi con I Rocking Chairs con cui realizza 4 album e a seguire una carriera da solista, fatti di molti album cantati sia in inglese, sia in italiano, con diverse formazioni e importanti collaborazioni internazionali, tra cui Willie Nile, Elliot Murphy, i nostri Gang, Modena City Ramblers, Elio e le storie Tese.
Nel 1997 i suoi Rocking Chairs hanno l’onore di essere inclusi in un tributo a Bruce Springsteen dal titolo ”One step up and two steps back” che la EMI americana pubblica in tutto il mondo. Bruce Springsteen è sempre stata una grande fonte d’ispirazione fin dai suoi esordi e di questo non ne ha mai fatto mistero. Soul Crusader Again, nuovo di zecca, è il secondo capitolo del suo personalissimo omaggio al genio del New Jersey. Un’opera che incarna la continua e sincera riconoscenza nei confronti del “Boss”. 
https://www.facebook.com/grazianoromaniofficial/
ingresso 25 euro
biglietti disponibili anche sul circuito http://www.ticketone.it/ 
Per info e prenotazioni:
3493589244 maurizio.mazzotti61@gmail.com


Sabato 9 Dicembre 2017 Teatro Alberti Desenzano del Garda, Brescia presenta: La serata degli Auguri di Natale animazione e dj set by Davide Giglio

Sabato 9 Dicembre 2017
Teatro Alberti 
Via Santa Maria, 49 Desenzano del Garda, Brescia
presenta:
La serata degli Auguri di Natale 
con gli strepitosi piatti
dello Chef Mattia Novellini

animazione e dj set by Davide Giglio


info@teatroalberti.it
0309121670
3402294389
Ingresso libero
https://www.facebook.com/teatroalbertidesenzano/

Sabato 9 Dicembre 2017 CARMEN TOWN (Brescia) presenta Endless Label Night con i djs Rockaforte, Davide Piras, Mario Arici

Sabato 9 Dicembre 2017
CARMEN TOWN
Via Fratelli Bandiera (Brescia)
presenta
Endless Label Night
con i djs Rockaforte, Davide Piras, Mario Arici







// Mario Arici //
Nato a Brescia a metà degli anni ottanta. Da sempre appassionato della musica sotto ogni aspetto, genere e forma. Inizialmente influenzato da sonorità rock e punk, crescendo si avvicina molto alla musica elettronica.
Sotto questa spinta inizia le prime esperienze sulla consolle miscelando e selezionando suoni da una vasta collezione di vinili, sempre studiando i grandi della musica techno ed elettronica.
Arriva poi a diventare resident dj del locale più rivoluzionario di Brescia, il Liquid Imbalance Club,avendo modo di suonare con i grandi guest del panorama techno Europeo, tra cui: Davide Squillace, Oliver Huntemann,Marc Antona,Len Faki, Nick Höppner, e tanti altri.
Nel frattempo inizia ad approcciarsi anche alla produzione musicale,ottenendo ottimi risultati: negli ultimi 6 anni molti dei suoi brani promozionali sono stati suonati da diversi bigs della scena: Adam Beyer,Richie Hawtin, Loco Dice, Alan Fitzpatrick tanto per citarne alcuni.
Resident da due anni presso il DISCO Volante Culture Club continua ad esibirsi in una delle poche realtà rimaste nella scena Underground in Italia.

https://soundcloud.com/mario_arici

// Rockaforte //
The Italian Berlin based Luca Olivotto aka Rockaforte is the man behind Endless Music but also a talented producer and DJ.
He is producing a range from deep-tech house and techno but experimentation has always been at the forefront of his ambition. His aim is to produce a good mixture of electronic music without forgetting “the heart of the music”.
Ex resident Dj at Chalet club Berlin, he already released quality records on labels such as Endless Music, Suara, Madtech, Indiana tones just to name a few and is supported by huge names like Hot Since 82.
Last releases like the EP "Monologue" was just released and already received the applause of magazines such as Mixmag.

https://soundcloud.com/rocka-forte

// Davide Piras //
Davide Piras is a clear example that talent and youth can go hand in hand. In the last years he has become a qualified Dj and Producer who cares his audience. His dj-sets and lives are both, distinctly ambitious and refreshing. He has a hugely impressive release list among many top labels and he has worked with some of the best producers around. Davide’s diverse sounds and aliases are united by the big aim – to compose electronic music with depth, soul and originality in the irresistible oblivion on the brink between house and techno.
He already signed tracks on well known labels like Armada, Media Records, Star Dub, KD Music, Sanity, Endless, Frequenza, Cray1 Labworks, Houseworx and his tracks got the support of the “bigs” of the scene like Richie Hawtin, Truncate, Kai Alce, Monika Kruse, Luciano, Karotte, Huxley and many many more…
Davide is an active DJ playing festivals, clubs and radio shows around Europe and is part of the “WupWup” and "Tanzen ist auch Sport" artist database.

https://soundcloud.com/davidepirasmusic
ingresso libero
dalle 21.30
per informazioni 3293987957
http://www.carmentown.it
https://www.facebook.com/carmen.town.7/


venerdì 8 dicembre 2017

Nitro: la tracklist di “No comment” (Sony Music), da domani in pre-order


Da venerdì 8 dicembre, sarà disponibile in pre-order (sia in digitale sia in cd in due versioni) su iTunes, Amazon e in pre-save su Spotify, "No comment", il nuovo album di Nitro, in uscita il 12 gennaio 2018 per Sony Music. 

Dopo il successo del precedente disco, "Suicidol", certificato disco d'oro dalla FIMI, il rapper della Machete crew torna con 13 nuovi brani di cui 9 prodotti musicalmente da Low Kidd e gli altri da Salmo, Slait, Zef, tha Supreme e Denny The Cool. 

Il disco è stato interamente curato e prodotto da 333 Mob (Ignazio Pisano e Lorenzo Spinosa). 

Il cd è disponibile nella versione standard e nella versione deluxe con t-shirt.

L'uscita dell'album è stata anticipata dalla pubblicazione del video-intro "Buio Omega", andato subito in vetta alle tendenze di YouTube, a conferma delle attese del pubblico e delle abilità di Nitro nell'uso di un linguaggio diretto e nella padronanza totale della metrica.

"No comment" vanta la partecipazione di 4 ospiti di prestigio, Salmo, Madman, Dani Faiv e Lazza, e si annuncia come l'album hip hop di riferimento del 2018. 

Di seguito la tracklist.


TRACKLIST "NO COMMENT"

01) BUIO OMEGA (prod. Salmo)
02) TRACCIA 02
03) LAST MAN STANDING (prod. Low Kidd - Slait)
04) HO FATTO BENE (prod. Zef)
05) CHAIRAGGIONE feat. Salmo (prod. tha Supreme)
06) V!OLENCE (prod. Low Kidd)
07) OK CORRAL feat. Madman (prod. Low Kidd)
08) DM (prod. Low Kidd)
09) N.V.M.L. feat. Dani Faiv (prod. Low Kidd)
10) SAN JUNIPERO I (prod. Low Kidd)
11) SAN JUNIPERO II (prod. Low Kidd)
12) PASSEPARTOUT feat. Lazza (prod. Low Kidd)
13) HORROR VACUI (prod. Low Kidd - Denny The Cool)


--
www.CorrieredelWeb.it

martedì 5 dicembre 2017

Live Mah Up Night at Let It Beer con D&C e Close211

Oramai un covo sicuro per i Criminali: il Let It Beer. L'affiliazione è palese!
Nuovi contatti per i loschi individui. Pare che con loro colpiranno i Close211 e pare che suoneranno mischiettoni pure loro... Una vera MASH UP NIGHT!

Il commissario Scassecs ricoverato per collasso nervoso!

Dove: Let It Beer
Quando: 15 Dicembre
A che ora: 22:00 circa
Ingresso: Gratuito + 3 euro per Live Music
Prenotazione: non obbligatoria ma, cavolo, sarebbe gradita!
-------------------------------------------------------------------
Info nel dettaglio:
Diva & The Criminals
Prologo:
Una banda di incalliti criminali è evasa da un carcere di massima sicurezza. Il Commissario Scassecs è sulle loro tracce. I malfattori per sfuggire alle forze dell'ordine si mescolano ai musicisti della capitale e, per "buttarla in caciara", si inventano un repertorio fatto di Mash Up musicali.

Ma cos'è un Mash Up?

Un mash-up (altrimenti mash up o mashup) è una canzone o composizione realizzata unendo fra loro due o più brani pre-registrati, spesso sovrapponendo la parte vocale di una traccia a quella strumentale di un'altra mediante l'uso di campionatori, o giradischi.

...Solo che qui di giradischi e campionatori non ce ne sono ed è tutto live!
https://www.youtube.com/channel/UC7htip0dsyNAYv2f41vRmsg
https://www.facebook.com/divaandthecriminals/
-----------------------------------------------------------------------------
Close211
I Close211 suonano tutto, suonano forte, suonano rock. Date retta: le cover band non sono tutte uguali.
---------------------------------------------------------------------------------------
Let It Beer
Il Let It Beer è nato con l’intento di regalare alla gente un ambiente amichevole, in cui poter ascoltare buona musica bevendo dell’ottima birra o gustando i nostri piatti. Abbiamo deciso di intraprendere questa avventura con la voglia di creare un punto di riferimento per il pubblico e per i musicisti romani, impegnandoci dal primo giorno per garantire la migliore selezione di birre e una vasta programmazione live che comprende moltissimi generi musicali: dal rock al funk, dal cantautorato al folk, passando per il metal e l’hard rock, finendo con le sigle dei cartoni animati!
http://www.letitbeer.it/
--------------------------------------------------------------------

lunedì 4 dicembre 2017

RAM in radio con il nuovo singolo "La gabbia"


"La Gabbia", il nuovo singolo di Antonio Mazzoccoli, che, con suo fratello Rocco, porta avanti il progetto "RAM" (Rocco e Antonio Mazzoccoli). Uniti dalla passione per le note musicali, i due fratelli di Matera e Milanesi di adozione, iniziano giovanissimi a studiare musica e a suonare. In studio realizzano diversi brani, di cui sono autori, e non di rado presentano al pubblico i loro lavori. Dopo il brano "Non Sopporto" dello scorso anno, ecco il nuovo singolo di "RAM Antonio Mazzoccoli". 

Un brano che potrebbe essere una metafora sul rapporto che ognuno di noi ha col tempo che passa e che, a volte, quello stesso tempo si ripresenta, perché il nostro vissuto fa parte di noi.
Un lavoro ben curato e, come sempre, diverso dai precedenti sia nella forma che nei contenuti, ed è proprio questo che contraddistingue lo stile di "RAM Antonio Mazzoccoli". Bellissimo anche il videoclip che accompagna il singolo.

domenica 3 dicembre 2017

Musica: a Luca Gemma il "Premio Giorgio Lo Cascio" 2017

Luca Gemma - foto di Ray Tarantino
IL "PREMIO GIORGIO LO CASCIO 2017" A LUCA GEMMA

È Luca Gemma il vincitore del "Premio Giorgio Lo Cascio" 2017, che torna dopo qualche anno di pausa.

Si tratta di un riconoscimento nato nel 2005 a Sant'Andrea Apostolo dello Jonio (Catanzaro) e assegnato a cantautori di valore fuori dai circuiti mainstream. Intende ricordare Giorgio Lo Cascio, storico cantautore romano scomparso nel 2001. Con lui Francesco De Gregori all'inizio della carriera aveva formato il duo "Francesco e Giorgio" e successivamente, anche con Antonello Venditti e Ernesto Bassignano, "I giovani del Folk" (i "quattro ragazzi con la chitarra e un pianoforte sulle spalle" di "Notte prima degli esami" di Venditti).

La premiazione si terrà nei prossimi mesi a Sant'Andrea Apostolo dello Jonio in occasione di un concerto di Gemma. La data verrà annunciata prossimamente.

Luca Gemma è nato ad Ivrea. Nel 1990 ha fondato, insieme a Pacifico, i Rossomaltese, nota band folk rock della scena indipendente, con cui ha realizzato due album, "Santantonio" e "Mosche Libere", con 350 concerti in Italia e Francia.

Dal 2004 al 2012 ha pubblicato quattro dischi: "Saluti da Venus" (2004), "Tecniche di illuminazione" (2007), "Folkadelic" (2010) e "Supernaturale" (2012). Nel 2015 è la volta di "Blue Songs", primo album in inglese che lo ha portato in tour in Australia, Italia e Francia con alcune date in Inghilterra e Lussemburgo. Nel settembre del 2017 esce in vinile e cd il suo sesto lavoro in studio "La felicità di tutti".

Prodotto e arrangiato da Paolo Iafelice e dallo stesso Gemma, "La felicità di tutti" contiene nove inediti scritti dal cantautore più "Cajuina", celebre brano di Caetano Veloso, rivisitato con un testo in lingua italiana di Gemma e la voce di Ricardo Fischmann, cantante brasiliano dei Selton. Fra gli ospiti del disco anche Lele Battista al pianoforte e ai sintetizzatori. L'album si caratterizza per una sonorità che rivela un naturale mix di generi fra canzone d'autore, folk, rock, soul e R&B.

Gemma è anche autore di brani per altri cantanti, sia pop che indipendenti (Fiorella Mannoia, Malika Ayane, Bobo Rondelli, Patrizia Laquidara, Cesare Malfatti, Marian Trapassi, Paola Donzella), per la tv (Fabio Volo per La7 e Mtv, Edmondo Berselli per Rai2), per la radio (Istituto Barlumen per Radio3Rai e Radio 24), per il cinema (Roberta Torre, Sud Side Stori) e per il teatro.

Il Premio Lo Cascio è organizzato dall'Associazione Primavera Andreolese con il patrocinio della Regione Calabria e dell'amministrazione comunale di Sant'Andrea Apostolo dello Jonio. La direzione artistica è di Enrico Deregibus, autore fra l'altro della biografia di Francesco De Gregori "Mi puoi leggere fino a tardi".

Negli anni precedenti il riconoscimento era andato a Max Manfredi (2005), Pino Marino (2006), Rudy Marra (2007), Sulutumana (2008), Carlo Fava (2009), Susanna Parigi (2010), Marco Ongaro (2011).

Il Premio è stato assegnato da una ampia e prestigiosa giuria coordinata da Deregibus e comprendente: Roberta Balzotti (Tgr Rai), Marcello Barillà (Obiettivo Calabria), Stefano Bartolotta (Indie-roccia.it), Alberto Bazzurro (Musica jazz), Maurizio Becker (Classic rock), Mario Bonanno (Mescalina), Andrea Caponeri (Radio Orvieto web), Roberto Caselli (Jam-TV), Massimiliano Castellani (Avvenire), Stefano Crippa (Manifesto), Enrico de Angelis (storico della canzone), Paola De Simone (Radio in Blu), Salvatore Esposito (Blogfoolk), Claudio Fabretti (Ondarock), Leonardo Follieri (Jam-TV), Ambrosia J. S. Imbornone (Rockerilla), Annino La Posta (saggista), Elisabetta Malantrucco (Rai), Giuseppe Marasco (Videocalabria), Carla Monaco (Tgr Calabria), Giommaria Monti (Cartabianca), Michele Neri (Vinile), Bruno Palermo (CrotoneNews.com), Francesco Paracchini (L'isola che non c'era), Fausto Pellegrini (Rainews), Andrea Podestà (Nuova scuola genovese), Giordano Sangiorgi (Mei), Paolo Talanca (Fatto quotidiano), Francesco Tragni (Radio popolare), Gianluca Veltri (Mucchio selvaggio), Gianni Zuretti (Buscadero).

IL PREMIO E GIORGIO LO CASCIO
Dagli anni Settanta S. Andrea Ionio ha ospitato spesso cantautori italiani che, pur non avendo un grande successo commerciale, hanno fatto la storia della musica di qualità. L'istituzione, nel 2005, di un premio dedicato alla canzone d'autore rappresenta un'ulteriore tappa di questo percorso e l'idea di intitolare il riconoscimento a Giorgio Lo Cascio nasce dal fatto che nel 1977 proprio S. Andrea ospitò un concerto dell'artista romano scomparso nel 2001. Gli organizzatori di quello spettacolo conservano un bellissimo ricordo di quell'evento e per questo hanno voluto ricordare un artista sottovalutato.

Giorgio Lo Cascio, prematuramente scomparso a soli 48 anni nel 2001, nei primi anni '70 fu tra i promotori della cosiddetta "scuola romana", che si riconosceva nel Folkstudio di Trastevere. Lui, Antonello Venditti, Francesco De Gregori ed Ernesto Bassignano danno vita ad un quartetto, "I giovani del Folk". Erano legati, i quattro ("quattro ragazzi con la chitarra ed un pianoforte sulle spalle" come canta Venditti in "Notte prima degli esami") dallo stesso amore per il folk, la canzone d'autore, la poesie e la politica. Giorgio artisticamente era il figlio di Cohen, Francesco di Dylan, Antonello di Elton ed Ernesto di Tenco. Le loro prime canzoni erano piene di rabbia, vino, donne, funerali immaginari, aquiloni, soldati, treni e sogni di libertà. Dopo le prime apparizioni al Folkstudio, Lo Cascio insieme a De Gregori (di cui era fraterno amico) diede vita ad un duo, Francesco e Giorgio, assimilabile per alcuni versi a quello di Simon & Garfunkel. Lo Cascio è però stato un'artista dotato di una personalità autonoma. I suoi testi ci mostrano una vena intimista, quieta, fatta di piccoli sentimenti che proprio dalla semplicità traggono la loro profondità; il tutto espresso attraverso una musica acustica, arpeggiata, che non disdegna però di arricchirsi tramite gli apporti del moog, del flauto, del pianoforte, delle percussioni. Durante gli anni '70 ha avuto una produzione da cantautore politico, meritevole di essere riscoperta. Insieme a Venditti e De Gregori, firmò un contratto discografico per la IT. Mentre Venditti e De Gregori prepararono "Theorius Campus", il loro esordio discografico, lui incise "La mia donna", disco un po' acerbo, molto acustico, poco competitivo rispetto ai brani dei vari cantautori che stavano venendo a galla e di scarsissimo successo. Riemerse nel 1976, grazie all'etichetta Divergo. Il disco prodotto, "Il poeta urbano", album politico molto bello, assai personale, faticò però a farsi strada. Limitati furono anche i concerti tenuti da Lo Cascio, che l'anno dopo incise (sempre con la Divergo) un nuovo album, "Cento anni ancora". Anche questo disco non ebbe fortuna, nonostante i brani fossero assai validi. Dopo un nuovo singolo, "Cosa c'è che non va", sigla del programma tv "Tra scuola e lavoro", sparì dalle scene. Molti anni dopo, partecipò ad un gruppo estemporaneo, denominato U.A.F.F., messo in piedi da vari cantautori allo scopo di fornire un supporto economico al "Folkstudio" in difficoltà. Uscì poi un suo nuovo disco, "Il vaso di Pandora", con Stefano Iannucci. Lo Cascio è stato ospite del Premio Tenco nel 1975, 1978 e 1983.



www.CorrieredelWeb.it

Il rap incontra il "comico". Picciotto e Antonio Pandolfo in Mi Siddia


PICCIOTTO E ANTONIO PANDOLFO IN "MI SIDDIA".
PRODUZIONE DI DJ JAD.
IL RAP INCONTRA LA COMICITA' RIFACENDOSI AD UNA HIT DEI TINTURIA.
Quando un genere a tendenza sociale come il Rap si incontra con l'arte della comicità, il risultato é un prodotto come "Mi Siddia"

Un brano dal sapore HipHop/Raggaeton in cui l'umorismo viene usato a scopo critico e riflessivo. 

In una società sempre più materialista, i valori vengono messi da parte dando spazio al frivolo e all'effimero. "Mi Siddia" (tradotto dal dialetto Siculo in "Mi annoia") si trasforma quindi in una risposta ironica e tagliente al "male moderno".

"Mi Siddia", scritto e interpretato dal Rapper Catanese Picciotto ( famoso per il suo grido anti amianto nel brano "Sotto casa mia") e in collaborazione al noto comico Siciliano Antonio Pandolfo, é stato prodotto da Dj Jad (noto membro dello storico gruppo Articolo31). 

Il brano, registrato proprio al "MCN STUDIO di Lello Analfino" (Tinturia), trae e ispira il suo mood a una Hit dei Tinturia (Jovanotto) diventando quindi un omaggio al gruppo e alla tradizione Sicula.

Il video, diretto dagli stessi 
Picciotto e Antonio Pandolfo, con la collaborazione del videomaker Fabio Di Dio Buono che ha realizzato le riprese ed il montaggio, sottolinea la comicità del brano, proponendosi come vero e proprio biglietto da visita per quello che sarà il nuovo disco ufficiale dell'Artista. "Rap", previsto per l'inverno 2018, sarà un disco dinamico e fresco, ma assolutamente ricco di spunti culturali e artistici "made in Sicilia". Un mix tra innovazione e tradizione.



Gli Aristos di scena negli Stati Uniti d’America per l’Indoor Tour


Detroit, 3/12/2017

La band italiana si trova attualmente negli USA per il tour partito da New York che si concluderà a metà dicembre in Ohio

Gli Aristos sono attualmente di scena negli Stati Uniti d'America per il tour autunnale, partito da New York sul leggendario transatlantico Queen Mary 2, della prestigiosa compagnia britannica Cunard, che andrà avanti in teatri, sale concerto, dancing room, club e discoteche, fino a metà dicembre, concludendosi in Ohio. Nei concerti d'oltreoceano la storica band esegue una scaletta di respiro internazionale, spaziando tra pop, rock, dance, jazz, blues e funk, con un impatto scenico e sonoro d'avanguardia. In questo tour gli Aristos, già Premio Critica a Una voce per Sanremo, Tribute Band ufficiale dei Pooh, supporter e turnisti di noti artisti nazionali e internazionali, con all’attivo prestigiose collaborazioni, distribuite tra live, studi di registrazione e produzioni discografiche, tra cui i Pooh, i Matia Bazar, Riccardo Fogli, i Ricchi e Poveri, Mariella Nava, Ronnie Jones, Red Canzian, Dodi Battaglia, Claudio Golinelli, Pamela Prati, Christian, Viola Valentino, Barbara Cola, Gianfranco D’Angelo, Stefano Masciarelli, e tour all’estero in Svizzera, Slovacchia, Russia, Repubblica di Malta, consolidano la loro carriera artistica ultratrentennale che assurge a palcoscenici internazionali, ove faranno ritorno nel 2018 per un tour in Canada col noto cantante Christian. Gli Aristos si esibiscono negli USA con: 
Salvo San Giovanni @ drums, percussion, synth, lead vocals, backing vocals, programming, arrangement;
Giovanni San Giovanni @ keyboards, synth, piano, violin, fisa, lead vocals, backing vocals, arrangement;
Vincent Hudson @ electric guitar, acoustic guitar, lead vocals, backing vocals;
Brandon Miller @ bass, lead vocals, backing vocals;
Steven Assanti @ sax, backing vocals;
Grazia Maria Luca @ vocalist 

venerdì 1 dicembre 2017

Mara Bosisio presenta il nuovo brano Mi fa sentire


Mara Bosisio presenta il suo nuovo lavoro dal titolo “Mi fa sentire”, scritto in collaborazione con Fabio D'Amato che ne ha curato musica e arrangiamenti.

"Mi fa sentire" è un brano che parla dell'amore in senso universale del termine, quale fonte di ispirazione e di vita per tutte le persone, un impulso che permea l’esistenza di ciascuno di noi, che ci accomuna e che guida tutte le nostre azioni.


Il brano, quasi fosse una preghiera laica, rende omaggio all'amore, il vero motore “che fa muovere il mondo” e che come una luce, entra in ognuno di noi dando "un senso alle cose che abbiamo intorno”. L’amore, un sentimento “così facile” da vivere eppure talvolta, “incomprensibile”.

Disco: Fuori la meravigliosa versione acustica del brano "Tortuga" del Salernitano Ness



In attesa della pubblicazione del nuovo album ufficiale di inediti "Prince Café", previsto per la prima metà del 2018, Ness ci regala un sorprendente adattamento acustico di "Tortuga". In questa nuova veste il brano lanciato lo scorso giugno dal rapper di Sala Consilina, vive una dimensione nuova, più intima e raccolta, quasi magica.

Una sera tra amici, qualche parola, viaggi della mente, una chitarra.

Ingredienti semplici ma efficaci per costruire un'emozione.Fissata in video da Edmondo Ragone per Eikona Lab, Tortuga [Acoustic Version] è stato girato presso Spazio D'Art, quartier generale del rapper salernitano. La narrazione e il flow di Ness, la voce della rivelazione Alessia Mazzariello e la chitarra del giovane Fabio Laino, che ha arrangiato e "colorato" questa bonus track, tornano a ricordarci che Tortuga è l'isola ideale per la mente, per il cuore e per l'anima.

Roberto "Jahcool" Di Stefano ha infine conferito al brano la giusta intensità con il suo tocco magico, mixando e masterizzando il brano presso gli studi Trumen Company di Torino. Emozioni, musica e parole firmate Ness.



--
www.CorrieredelWeb.it

Disclaimer

Protected by Copyscape


Il CorrieredelWeb.it è un periodico telematico nato sul finire dell’Anno Duemila su iniziativa di Andrea Pietrarota, sociologo della comunicazione, public reporter e giornalista pubblicista, insignito dell’onorificenza del titolo di Cavaliere al merito della Repubblica Italiana.

Il magazine non ha fini di lucro e i contenuti vengono prodotti al di fuori delle tradizionali Industrie dell'Editoria o dell'Intrattenimento, coinvolgendo ogni settore della Società dell'Informazione, fino a giungere agli stessi utilizzatori di Internet, che così divengono contemporaneamente produttori e fruitori delle informazioni diffuse in Rete.

Da qui l’ambizione ad essere una piena espressione dell'Art. 21 della Costituzione Italiana.

Il CorrieredelWeb.it oggi è un allegato della Testata Registrata AlternativaSostenibile.it iscritta al n. 1088 del Registro della Stampa del Tribunale di Lecce il 15/04/2011 (Direttore Responsabile: Andrea Pietrarota).

Tuttavia, non avendo una periodicità predefinita non è da considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n.62 del 07/03/2001.

L’autore non ha alcuna responsabilità per quanto riguarda qualità e correttezza dei contenuti inseriti da terze persone, ma si riserva la facoltà di rimuovere prontamente contenuti protetti da copyright o ritenuti offensivi, lesivi o contrari al buon costume.

Le immagini e foto pubblicate sono in larga parte strettamente collegate agli argomenti e alle istituzioni o imprese di cui si scrive.

Alcune fotografie possono provenire da Internet, e quindi essere state valutate di pubblico dominio.

Eventuali detentori di diritti d'autore non avranno che da segnalarlo via email alla redazione, che provvederà all'immediata rimozione oppure alla citazione della fonte, a seconda di quanto richiesto.

Per contattare la redazione basta scrivere un messaggio nell'apposito modulo di contatto, posizionato in fondo a questa pagina.

Modulo di contatto

Nome

Email *

Messaggio *